Blog: http://giuseppesomma.ilcannocchiale.it

A lezione di DEMOCRAZIA !



Che bella notte, che indescrivibile emozione, che gran lezione di democrazia !
Mai stato così in ansia nell'attendere "notizie" dall' America.
Mai stato tanto invidioso di un paese, per me, così poco simpatico.
E invece, ho imparato tanto quella notte.
Ho imparato che la "necessità di un radicale cambiamento" rende davvero tutto possibile, ho imparato che in politica può essere premiata la libertà e l'autonomia di pensiero, che la cooptazione e lo "zerbinismo" politico possono essere sconfitti dalla forza delle idee, che la passione e l' entusiasmo giovanile possono avere un ruolo determinante nel dibattito politico di un paese, che quella "giovane linfa" fresca e necessaria, forse, presto, troverà campo fertile anche in Italia, che la scorretta guerra tra correnti, presto, potrà divenire sana competizione democratica, che la politica, un giorno, spero non lontano, potrà "ricominciare ad essere quel che normalmente è nata per essere" : una possibilità.
La possibilità di sognare un mondo diverso e di provare a costruirlo.
Per far ciò non serve che "qualcuno" in Italia interpreti e traduca la lezione americana.
Non ci sarà mai un "Obama" italiano!!!
Basterebbe solo aprire le porte del nostro partito, spalancare le ante di ogni singola sezione del Partito Democratico in "ogni angolo d'Italia" senza chiusure, senza pregiudizi di alcun tipo, senza pretese di superiorità e forse un giorno anche noi potremo dire di aver cambiato il corso della storia politica del nostro paese.
Fino ad allora sarò spettatore entusiasta e diligente di realtà più fortunate, orgoglioso della mia democratica famiglia che nel New Jersey ha dato a Barack il suo contributo.
Ora, come direbbe un caro compagno, "al lavoro e alla lotta" per la costituzione dell'organizzazione giovanile.

A presto,
Peppe Somma

Pubblicato il 6/11/2008 alle 14.20 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web